3 Marzo 2024
Abbraccio
  • Altitudine max- 1210 mt
  • Difficoltà – Escursionista
  • Dislivello – 370 mt
  • Territorio – Valle d’Intelvi
  • Rifugi – Agriturismo Pratolina – Rifugio Prabello
  • Periodo dell’anno – Tutto l’anno
  • Tempo di percorrenza – 3,30 h

Vuoi recuperare il benessere mentale dopo una settimana da pendolare? Anche tu hai bisogno di stare in mezzo alla Natura per ricaricarti? Il sentiero delle Espressioni ti offrirà una giornata all’aria aperta, coniugando l’aria rigenerante della Valle d’Intelvi al fascino delle sculture lignee presenti sul tracciato. Un hiking pensato e realizzato con l’intento di far conoscere la tradizione di uno dei carnevali più caratteristici della Lombardia, inserendo le opere di artisti locali in un contesto boschivo, incastrando l’arte dell’uomo in quella della Natura. Allaccia le scarpe e prepara lo zaino.

Sopra L’Agriturismo Pratolina

Come Arrivare

Provenendo da sud: Direzione nord per andare a imboccare la Sp 35 (statale dei Giovi). Dopo circa 40 km, in zona Grandate, dovrai girare a sinistra in via Giuditta Pasta per immetterti sulla A9. Prendi l’uscita Lago di Como verso la SS340, alla rotonda inserisciti sulla terza via, costeggerai il lago alla sua sinistra. Arrivatɘ a Argegno dovrai virare sulla SP15/via Schignano, la strada comincerà a salire e dopo circa 7 chilometri sarai arrivatɘ alla località Posa 840mt, qui avrai modo di parcheggiare.

Parcheggio

Sulla strada potrai lasciare l’auto ai margini della carreggiata, non arrivare troppo tardi nel fine settimana altrimenti troverai piuttosto affollato.

Attrezzatura

Il percorso è semplice e adatto davvero a quasi tutti, non servono particolari dotazioni se non la base per un Hiking. Leggi l’articolo dettagliato e la lista degli articoli da portare quando si ha voglia di far andare le gambe.

Sentiero delle Espressioni

Località Posa

Scesɘ dall’auto raggiungi una piccola struttura in muratura dove sono posizionati diversi cartelli, uno marrone con scritta bianca indica il Sentiero delle Espressioni. Da qui parte subito una mulattiera con fondo cementato sino a un’abitazione, poi completamente sterrato. In una ventina di minuti arriverai all’Alpe Nava a quota 952mt, qui troverai una bacheca esplicativa del tracciato completo e delle sculture presenti.

Parte iniziale del Sentiero

Il primo tratto del sentiero è in leggera salita e con una visuale aperta, oltre alle prime sculture potrai ammirare i primi ampi scorci sulla Valle d’Intelvi. Proseguendo rientrerai nella vegetazione, molto verde e ombreggiante, la salita in questo tratto ha pendenze un po’ più impegnative ma nulla di proibitivo. In altri 20 minuti sarai all’Alpe Comana (1100mt), dove troverai l’Agriturismo Pratolina. La location è ottima per una sosta caffè, troverai comode panche con vista sulla Natura, qui volendo potrai prenotare il pranzo perché la struttura offre piatti tradizionali tipici dei rifugi lombardi, con il brasato e la polenta che svettano nel menù. 

Lasciato alle tue spalle l’agriturismo, segui i cartelli per la vetta del Monte Comana. La salita è costante, la pendenza impegnerà il fisico ma non temere, durerà poco. In meno di mezz’ora sarai sulla vetta della montagna a quota 1210 mt, qui la sosta è d’obbligo per ammirare le panoramiche sul lago, ripagherai la fatica consumata. Oltre le vedute sulle sinuose curve del Lago di Como, potrai osservare i monti del triangolo lariano, su tutti il Monte San Primo, riconoscerai anche le sagome del Resegone e della Grigna settentrionale.

Veduta dal Monte Comana

Scendi da Comana fino a incontrare il cartello che indicherà la continuazione del Sentiero delle Espressioni, verso il Roccolo del Messo. Il percorso è immerso nel bosco alternando brevi salite a lievi discese, perditi a osservare le sculture che incrocerai, l’armonia naturale con cui le opere sono integrate nel paesaggio circostante. Arrivato al Roccolo presta attenzione alle indicazioni, entrerai nella foresta della Valle Intelvi per camminare l’ultimo tratto del museo a cielo aperto.

Nella parte conclusiva sono realizzate le più recenti sculture, goditele prima di sbucare su dei prati fuori dal bosco in località Colma di Binate. Qui si conclude una mattinata passata in un contesto unico, un sentiero ben tenuto e indicato, impreziosito da una serie di sculture evocative e ben disposte lungo il percorso

Nel Bosco

Le Sculture

A Schignano nel 2010 si è costituita l’associazione M.A.S.C.H.E.R.A., la quale ha riunito diversi appassionati locali della scultura lignea. Il paese è difatti famoso per il suo carnevale, tra arte e tradizione la comunità locale si prodiga per organizzare ogni febbraio un carnevale iconico della comasca, apprezzato e frequentato da molti turisti. Particolarità sono le maschere di legno intagliate dagli artisti autoctoni, che realizzano queste opere secondo la linea guida di due macro categorie: i belli e i brutti, seguendo un canovaccio storico e ormai radicato.

Madre
Cacciatore

Da qui, la prolificità degli scultori locali ha portato alla realizzazione delle opere che caratterizzano il sentiero delle espressioni. Animali, folletti, cacciatori e mamme, molte sono le ispirazioni delle sculture lungo il tracciato, un percorso artistico dove le espressioni delle statue ti rimanderà a un mondo di fantasia degno di un bel romanzo del genere.   

Rifugio Prabello

Il rifugio Prabello è posto nelle vicinanze del Sentiero delle Espressioni, in prossimità del Sasso Gordona. Ricavato da un ex caserma della guardia di Finanza, divide la valle d’Intelvi da quella di Muggio. La struttura offre la possibilità di pranzare terminata la camminata, con un menù tipico dei monti comaschi e con prodotti del territorio. Il rifugio ha 25 posti letto per il pernottamento.

Valle d’Intelvi

La valle è delimitata a nord dal torrente Telo di Osteno che sfocia nel lago di Lugano, e a sud dal Telo, che alimenta il lago di Como. Totalmente nella provincia comasca confina a nord ovest con la Svizzera. La sua forma ricorda quella di una Y rovesciata, come picco a nord è capeggiata dal Monte Generoso, la cima più alta della zona, e a sud dai due laghi. I comuni più rilevanti sono Argegno che affaccia sul lago, e Lanzo d’Intelvi, comune prealpino situato a 900 mt e famoso per le attività invernali sulla neve.

Il Sentiero delle espressioni è il fiore all’occhiello tra gli hiking della valle d’Intelvi. 

Link Utili

Sito ufficiale del carnevale di Schignano.

Sito ben strutturato sul territorio della Valle d’Intelvi.

Il Sentiero delle Espressioni è un percorso raro nel suo genere, un connubio tra arte e Natura senza le pretese del grande museo, ma con l’autenticità di un territorio conservato con cura. La gente del luogo ha ben chiaro l’importanza della tradizione e il rispetto per un ambiente da conservare, motore di una vita semplice e poco incline al superfluo. L’indole genuina dei locali ha realizzato questo caratteristico tracciato, fruibile da chiunque non abbia particolari limitazioni. Prova il Sentiero delle Espressioni, riempire gli occhi di bellezza ti farà ridimensionare l’affanno degli impegni quotidiani.  

Prati alla fine del Sentiero

This work is licensed under CC BY-SA 4.0 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *